UN PICCOLO ALBERGO, UNA PACE IMMENSA
Gallery

Esterni

Recupero di un edificio storico

La Locanda della Meridiana nasce dal recupero di un antico edificio fondato nel 1839 dal Conte Pietro Nieddu, magistrato e filantropo che a metà dell’Ottocento prese a cuore le sorti della classe artigianale e degli operai, in genere sprovvisti di validi sussidi specie in caso d’infortunio o malattia; fu lui a redigere il testo della sottoscrizione del 1866 con il programma della “Società operaia di mutuo soccorso e istruzione”, fu il proprietario di un vasto latifondo agricolo di circa 2000 ettari che occupava quasi tutta la piana di S. Margherita. 

Il nome Locanda della Meridiana ha preso spunto dall’antica meridiana che ornava la facciata sud dell’edificio, ora ricostruita.

Immersi nella natura: il Giardino

Il giardino della Locanda che si estende per 16.000 mq è arricchito da 40 esemplari di ulivi centenari sopravvissuti a tutte le traversie di quasi 2 secoli e all’abbandono degli ultimi 40 anni.

L’area agricola è stata valorizzata con la messa a dimora di altri 60 ulivi, di oltre 100 alberi da frutta e di 200 viti e con la formazione di una vasta area attrezzata ad orto.

Interni

Spazi da condividere

Le parti comuni sono ambienti di condivisione, ricchi di preziosi decori ispirati al paesaggio circostante. L’arredamento e gli oggetti che arricchiscono con la loro identità ogni spazio sono stati creati da capaci artigiani locali che attraverso la loro opera, tramandata di padre in figlio, hanno trasmesso parte del patrimonio culturale sardo. Il risultato dona una sensazione di rilassatezza e benessere che porta a compimento l’esperienza di fusione con la natura vissuta nel giardino esterno.

Camere

Stile, relax e atmosfere

Gli appartamenti sono impreziositi da vivaci decori che rendono l’ambiente fresco e riposante.
Le camere si presentano doppie, triple e quadruple e sono dotate di una cucina accessoriata, ampi bagni con doccia, alcune con terrazza o giardino. 

TORNA SU